• Albergo Sorrento sul mare | Escursioni a Procida | Towers Hotel - Foto 1 zoom_image
  • Albergo Sorrento sul mare | Escursioni a Procida | Towers Hotel - Foto 2 zoom_image
  • Albergo Sorrento sul mare | Escursioni a Procida | Towers Hotel - Foto 3 zoom_image
  • Albergo Sorrento sul mare | Escursioni a Procida | Towers Hotel - Foto 4 zoom_image
  • Albergo Sorrento sul mare | Escursioni a Procida | Towers Hotel - Foto 5 zoom_image
  • Albergo Sorrento sul mare | Escursioni a Procida | Towers Hotel - Foto 6 zoom_image

Intorno a noi / Procida

La mia isola ha straducce solitarie chiuse fra muri antichi,

oltre i quali si stendono frutteti e vigneti che sembrano giardini imperiali.

Ha varie spiagge dalla sabbia delicata e chiara, e altre rive più piccole,

coperte di ciottoli e conchiglie, e nascoste fra grandi scogliere.

Elsa Morante, 1957

 

Procida, la più piccola e meno conosciuta tra le isole partenopee, ha conservato quasi inalterata la sua identità.

Ancora oggi si presenta, per alcuni versi, come un’isola da “scoprire”, carica di un fascino particolare per il silenzio delle stradine, i colori vivaci degli antichi edifici, i quartieri affacciati a grappoli sulle marine.

Il mare di Procida è come l’ambiente che la circonda: poco affollato, limpido, legato alle tradizioni marinare.

L’isola garantisce il divertimento anche ai più giovani grazie alla miriade di locali che si susseguono tra piazzette e piccole stradine, in un’atmosfera resa incantevole dagli scorci caratteristici.

Questo antico borgo di pescatori è dominato dal Castello che si erge sul ciglio della parete tufacea a picco sul mare, all’interno della zona più elevata dell’isola, detta Terra Murata.

Il cuore dell’antica isola è proprio la zona di Terra Murata: nucleo del centro abitato, racchiuso da mura imponenti, baluardo contro le incursioni dei pirati. Nel punto più alto, a 100 metri d’altezza, il Castello d’Avalos domina l’isola e l’abbazia di San Michele si presenta come uno scrigno prezioso, che custodisce dipinti, sculture e arredi sacri della sua storia ormai millenaria.

Addentrandosi per i vicoli della cittadella si è rapiti dalla magia di ritmi antichi, fuori dal tempo.

Caratteristico è il porticciolo di Marina di Corricella (dal greco “kora calè” - quartiere bello), che sorprende con le sue case variopinte ammassate l’una sull’altra. Questo villaggio di pescatori, sospeso in una dimensione senza tempo, è un delizioso presepe che riflette la sua unicità nel mare blu di Procida.

Tra le attrazioni principali dell’isola vi sono senz’altro le sue spiagge, di cui la più lunga e popolata è quella della Marina di Chiaiolella. La spiaggia si chiude con il caratteristico porto, frequentato e apprezzato per la sua posizione riparata e per lo splendore della piccola baia nella quale è incastonato. Nonostante il vivace turismo estivo la Chiaiolella è riuscita a conservare il suo carattere inalterato che la rendono il principale centro turistico dell'isola.

Da Marina di Chiaiolella, risalendo fin su al promontorio, è possibile ammirare l'isolotto di Vivara, area protetta del Regno di Nettuno (riserva naturale WWF), collegato a Procida da un caratteristico ponte.

 

Un’isola imperdibile, dunque, per chi desidera immergersi in un’atmosfera magica e fuori dal tempo.

Un’isola ancora tutta da scoprire.

OK

Visitando questo sito, acconsente all'uso di cookie per fini comprendenti la pubblicità e l'analisi.
Ulteriori informazioni